Anestesia spinale subaracnoidea

L'anestesia spinale subaracnoidea è un tipo di anestesia loco-regionale, in ostetricia si una per anestetizzare la donna dall'ombellico in giù durante il taglio cesareo, inibendo la conduzione nervosa e provocando la perdita reversibile della sensibilità, accompagnata o meno da paralisi motoria.Anestesia locoregionale

Si esegue in sala operatoria la paziente viene fatta sedere sul lettino operatorio, seduta a gambe divaricate per far scendere il più possibile la pancia verso il basso con la schiena rilassata e braccia morte con i palmi in su, deve essere scoperta la schiena ed i capelli legati e raccolti in cuffia, essa deve inarcarsi più possibile per dilatare meglio lo spazio intervertebrale (fare la gobba come i gatti). A questo punto l'anestesista inizierà la procedura sterile, la paziente non deve toccare più nulla e deve rimanere il più possibile immobile, se arriva una contrazione viene invitata a comunicarlo ed a respirare lentamente e profondamente, l'anestesista si fermerà un attimo. L'anestesista disinfetterà la schiena, anestetizzerà localmente la cute poi inserirà un ago nella colonna vertebrale fino allo spazio subaracnoideo ed effettuerà il bolo di farmaco, è possibile che a seguito lasci inserito un cateterino epidurale che serve per dosi successive di anestetico per alleviare il dolore post-operatorio, questa tecnica è detta combinata: spinale + epidurale. Poiche questa tecnica è lenta ed impiega qualche minuto per fare effetto, in caso di emergenza estrema l'anestesista addormenterà la paziente, evenienza che comunque è rara.

Eventuali tatuaggi nella zona d'insersione dell'ago possono provocare disturbi ed a discrezione dell'anestesista optare per altra tecnica anestesiologica. Deformazioni dela colonna vertebrale come la scogliosi o obbesità possono complicare l'esecuzione.

Nel caso in cui vi sia fuoriuscita del liquido cefalorachidiano durante l'esecuzione la paziente può avere nei giorni seguenti cefalea anche forte, in quel caso deve essere ben idratata e riposare distesa, sono ammessi farmaci antidolorifici.

Una volta inniettato il farmaco la paziente avverte le gambe calde e pesanti, ed inizierà a muoverle con grande sforzo. Dopo circa 5 minuti dall'iniezione l'effetto sarà iniziato e durerà in base alla quantità di farmaco per circa 2 ore.
Al termine dell'effetto la paziente inizierà a sentire un po' di dolore postoperatorio e ritornerà a muovere graduatamente la gambe.